Città Italia, Orfini: leader PD dovrebbero fare viaggio nei piccoli comuni

di Maria Enrica Rubino 

Smettere di farsi la guerra, parlare dei veri bisogni del Paese e ripartire, con gli amministratori locali.
Lo ha detto ieri l'ex Presidente del Consiglio, Matteo Renzi, nel corso del suo lungo ed articolato intervento dal palco del Palacongressi di Rimini, location della due giorni "Città Italia".

Che sia fondamentale ripartire dal territorio lo ha ribadito anche Matteo Ricci, responsabile nazionale PD agli enti locali, nonché lo stesso Matteo Orfini, il quale in un'intervista rilasciata a Orientamenti Amministrativi ha ammesso: «ho sempre fatto presente ai leader del PD, e in particolare allo stesso Renzi, la necessità di prestare maggiori attenzioni ai piccoli comuni recandoci personalmente sul territorio. Spesso - ha proseguito Orfini -  i big della politica preferiscono le grandi città, i capoluoghi. Ci si dimentica che, invece, c'è un altro pezzo d'Italia che, a volte, si sente abbandonato. E in molte piccole realtà mancano gli strumenti, quindi è necessario integrare e costruire sinergie. Ma per far ciò bisogna soprattutto conoscere queste realtà, credo che il PD debba fare un viaggio nei piccoli comuni» 

Presidente, gli amministratori locali sono stati i protagonisti di questa due giorni, ma nel quotidiano non hanno sempre vita facile, soprattutto nelle piccole realtà. Il lavoro è solo all'inizio?
«Naturalmente il lavoro avviato in questa iniziativa dovrà continuare e sarà Matteo Ricci a portarlo avanti, cercando, appunto, di trasformare tutto ciò che è accaduto in questa due giorni in qualcosa di più concreto. Qui si è parlato di buone pratiche,  che devono diventare patrimonio di tutto il PD. Penso che sia importante vedersi, parlare, discutere e confrontarsi insieme. Era da tanto tempo che non si faceva e questo rappresenta un momento importante è l'inizio di un percorso più articolato».